Riprendo nel titolo le parole del Sindaco ed un articolo pubblicato sulla Stampa l’ultimo giorno dell’anno scorso a proposito di conti comunali (il titolo completo è “Il Comune chiude i conti con la paura di tagli regionali”. Tra l’altro ringrazio i redattori per i complimenti, che fanno sempre piacere!) per tirare le fila di un 2014 intenso, faticoso ma ricco di soddisfazioni.

Abbiamo affrontato lunghi mesi in un succedersi di incontri, trattative, atti amministrativi, confronti in ogni sede competente, per mettere a punto le 3 importanti vittorie segnate nell’ambito delle società partecipate torinesi con le vendite del 31% di Amiat, del 31% di Farmacie Comunali e la dismissione totale della partecipazione in Sitaf spa.

Dietro ognuna di queste cessioni c’è stato un lavoro enorme di preparazione rispetto al quale io stessa e tutto l’assessorato che rappresento ci siamo mobilitati per  permettere la massima comprensibilità ad ogni livello della valenza, delle implicazioni e delle fasi delle differenti operazioni. In Consiglio comunale ci siamo interfacciati con i consiglieri (e indirettamente con i cittadini) cercando di rispondere ad ogni loro interrogativo; ci siamo confrontati con le rappresentanze sindacali per fugare preoccupazioni e dubbi rispetto alle loro sorti occupazionali e infine, ultimo ma non meno importante, ci siamo confrontati quotidianamente con i cittadini  rispetto ad una tematica che ha appassionato l’opinione pubblica anche grazie al prezioso contributo divulgativo dei giornalisti, che ci hanno seguito con costanza e attenzione nel nostro delicato lavoro.

Leggi tutto...

Il cane è il miglior amico dell’uomo, in molti possiamo testimoniarlo, ma da qualche tempo è diventato anche un prezioso alleato di passeggeri e addetti ai controlli del servizio di trasporto pubblico cittadino.

Dal 22 agosto, infatti, partecipano al progetto "Linea Sicura" anche le unità cinofile della Polizia Municipale: agenti e cane al guinzaglio come deterrente nei confronti dei reati più abituali a bordo dei mezzi pubblici e soprattutto delle aggressioni a danno dai controllori.

Tre servizi a settimana sulle linee ritenute maggiormente a rischio, questa la frequenza dei loro passaggi. Se li incontrate e non siete proprio dei cinofili, non temete, avete davanti a voi dei veri professionisti, a 2 e a 4 “zampe”!

A questo indirizzo un articolo che raccoglie tutti i dati di 4 anni di attività del progetto "Linea Sicura", svolto in collaborazione tra Polizia Municipale e Gtt.

"Servizi pubblici: regole e strumenti per prevenire fenomeni corruttivi", questo il tema della 53^ Assemblea di Confservizi Piemonte-Valle d'Aosta cui ho partecipato questa mattina alla Reggia di Venaria Reale. L'incontro è stato occasione per raccogliere i contributi dell'Autorità nazionale anticorruzione, della Procura della Repubblica di Torino, degli enti locali e dei rappresentanti di alcune società di gestione di servizi pubblici territoriali, dando luogo ad un dibattito interessante e strutturato. Sono convinta che un lavoro sinergico di tutte le forze interessate sia indispensabile per contrastare i fenomeni corruttivi sia all'interno delle amministrazioni pubbliche e delle società che orbitano intorno ad esse, che all'esterno. Elemento comune dei vari interventi è risultata essere la necessità di stroncare i fenomeni di corruzione attraverso la massima diffusione di una cultura della legalità ad ogni livello, da quello politico a quello amministrativo.

Qui di seguito il testo del mio discorso per l'occasione:

Leggi tutto...

Individuare e fermare i molestatori è uno degli obiettivi più importanti di "Linea Sicura", il progetto a cui la Polizia Municipale di Torino e GTT Gruppo Torinese Trasporti dedicano dal 2010 grandissima attenzione. Si tratta di un progetto nato con l'obiettivo di affiancare ai controllori Gtt in servizio sui mezzi pubblici, agenti della Polizia Municipale, in borghese o in divisa, in grado di intervenire per prevenire e contrastare la commissione di reati tipici su tali mezzi: furti, spaccio, danneggiamenti e molestie sessuali. Le linee pubbliche maggiormente colpite sono il 18, il 68, il 56, il 13 e il 10 ed è su queste che sono più frequenti i controlli per garantire sicurezza e legalità.

Qualche giorno fa sul quotidiano La Stampa è apparso un articolo che mette in luce il lavoro quotidiano svolto a difesa delle donne che utilizzano i mezzi di trasporto pubblico: dateci uno sguardo, gli agenti del Corpo di Polizia Municipale e in particolare quelli del "Nucleo progetti e serivizi Mirati" se lo meritano davvero. A questo link il pdf contentente la scheda con i dati sugli interventi svolti nell'ambito del progetto dal 2011 in poi e, infine, per comprendere meglio le modalità operative degli agenti addetti ai controlli, il resoconto di alcune casi di molestie sessuali risolti dagli agenti.

Leggi tutto...