Il 24 maggio scorso ho partecipato, in Sala delle Colonne a Palazzo Civico, ad un convegno accanto ad alcuni autorevoli esponenti del mondo del diritto per ragionare sulle novità introdotte dal T.U. in materia di società a partecipazione pubblica. Il Testo Unico, giova ricordarlo, è stato approvato in via preliminare dal Consiglio dei Ministri il 20/01/2016, in attuazione della delega contenuta nell'art. 18 della legge 7 agosto 2015 n. 124 contenente "Deleghe al Governo in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche", la c.d. Riforma Madia della Pubblica Amministrazione.

Il Testo Unico così come formulato non è ancora entrato in vigore, in quanto la Presidenza del Consiglio dei Ministri ha richiesto, ai sensi dell'art. 16, coma 4, della legge n. 124/2015, il parere del Consiglio di Stato sullo schema di decreto legislativo, il quale, in adunanza della Commissione speciale il 21/04 scorso, ha formulato i propri rilievi.

Anche l'Anci, l'Upi e la Conferenza delle Regioni e Provincie Autonome hanno espresso le proprie osservazioni sul testo del 14 aprile scorso.

Siamo quindi in attesa della definizione di un testo coordinato definitivo.

Al Convegno hanno partecipato il presidente di A.A.A., l'Associazione degli avvocati amministrativisti del Piemonte, avv. Marco Casavecchia, il Procuratore Regionale della Corte dei Conti presso la sezione Giurisdizionale del Piemonte, dr. Giancarlo Astegiano, il giudice del Tar Piemonte, dr.ssa Ofelia Fratamico e il prof. avv. Giuseppe Di Chio. I lavori sono stati introdotti dall'avv. Donatella Spinelli, Direttore del Servizio Avvocatura del Comune di Torino e moderati dall'avv. Carlo Merani, membro del Comitato direttivo di A.A.A. Piemonte.

Mi preme ringraziarli tutti per i preziosi contributi che hanno cercato di fare luce sui punti forti e sulle criticità del Testo Unico. Sotto lo sguardo attento di una sala gremita di avvocati e addetti ai lavori sono emersi numerosi spunti di riflessione sui quali ci siamo confrontati apportando punti di vista diversi, da quello pratico e operativo dell'amministratore pubblico, che mi ha visto impegnata in prima persona in questi anni nella gestione delle società partecipate, a quello degli operatori e dei tecnici del diritto. Il dibattito è risultato estremamente interessante grazie alle differenti sfaccettature dei profili dei relatori e alle diverse lenti di rifrazione con cui è esaminato il Testo Unico. Mi auguro che il confronto iniziato in quella sede prosegua a testo approvato, in quanto diversi punti di vista non possono che arricchire le conoscenze reciproche ed il lavoro concreto di ciascuno di noi.

Per approfondimenti:

Testo Unico sulle società a partecipazione pubblica

Parere del Consiglio di Stato sul T.U.